Fondazione Korian per invecchiare bene

Terapie non farmacologiche presso le case di riposo per anziani non autonomi: carrelli di attività flash in sperimentazione.

3' Tempo di lettura

L’institut du Bien Vieillir Korian lancia la prima valutazione di un carrello di attività flash. L’obiettivo: misurare l’efficacia delle “attività flash” sui disturbi del comportamento in fase acuta, negli ospiti alloggiati nell’Unità Alzheimer. Nelle 26 case di riposo Korian inizia un vasto studio.

Come interviene un’equipe sanitaria quando un anziano che vive in una casa di riposo per anziani non autonomi presenta un episodio brutale di confusione, agitazione o addirittura irritabilità legata all’Alzheimer o a disturbi correlati?

Le raccomandazioni della Direzione generale della salute
Si tratta di una situazione frequente, perché il 96% degli ospiti permanenti residenti in case di riposo viene prima o poi colpito da questi disturbi. Per affrontare questa condizione, la Direzione generale della salute raccomanda un trattamento senza farmaci, facendo ricorso ad attività “flash” (di una quindicina di minuti) che consentono al paziente di concentrarsi e di ritrovare i suoi punti di riferimento focalizzandosi su attività non preoccupanti, perché superabili.

Un progetto innovativo e adattato alla vita vera
Da qui l’idea dell’Institut du Bien Vieillir Korian di progettare un carrello che consentisse agli operatori sanitari di affrontare l’anziano avendo con sé tutto il materiale necessario per 11 di queste attività “flash”. Questa procedura si inscrive nella volontà di testare quotidianamente gli effetti della pratica delle terapie non farmacologiche.

chariot-tnm

Svariate attività
Nei “cassetti” di questo carrello ci sono giornali, riviste e foto di personaggi famosi per aiutare l’ospite a recuperare la funzione della memoria, degli strumenti per attività comportamentali come la plastilina, il feltro o la carta.
Per una terapia sensoriale, ci sono oli da massaggio, salviette o creme. Il personale ha anche a disposizione delle schede metodologiche ed uno schedario appositamente dedicato agli ospiti interessati, con le loro attività preferite, nonché alcuni taccuini di valutazione.

20160520_151711

Sperimentazione
26 case di riposo per anziani non autonomi Korian si sono offerte per la sperimentazione di questi carrelli. Il personale ha ricevuto una formazione specifica per utilizzarli in modo ottimale. Tutte queste misure permetteranno di seguire gli ospiti in modo personalizzato e di misurare esattamente ogni giorno l’efficacia delle terapie non farmacologiche. I risultati sono attesi tra sei mesi.