Fondazione Korian per invecchiare bene

Per gli anziani, l’amore non ha età

8' Tempo di lettura

In occasione di San Valentino, l’Institut du Bien Vieillir Korian si interroga sugli anziani e l’amore. L’indagine europea sull’invecchiare bene fornisce elementi concreti per sfatare i luoghi comuni. In effetti, spesso l’amore non ha età e invecchiare fa rima con sedurre…

Un bel mazzo di rose posato sul cuscino, una romantica cena a lume di candela o una parolina dolce fatta sapientemente scivolare tra le vostre cose? San Valentino offre a tutti gli innamorati il pretesto di dimostrare il proprio affetto all’amato. Tutti gli innamorati senza eccezione, perché l’amore non ha età. In questa occasione, l’Institut du Bien Vieillir Korian svolge il ruolo di cupido e si interroga sul rapporto degli anziani europei con l’amore, il desiderio e la sessualità.

L’indagine europea sull’invecchiare bene è ricca di insegnamenti.
Così, contrariamente a certe idee preconcette, ha permesso di dimostrare che l’amore e l’affetto nella coppia costituiscono un elemento fondamentale nella vita sentimentale degli anziani. Per il 39% delle persone interrogate, i momenti migliori trascorsi nel quotidiano sono quelli con i coniugi, e non con i figli (23%), gli amici (15%) o i nipoti (14%). Sì, gli anziani adorano prendere sulle ginocchia il piccolino di famiglia, ma non è questa la loro unica o addirittura principale fonte di sviluppo affettivo. I corpi invecchiano, ma la voglia di piacere resta. Ne è la prova il fatto che il 65% degli intervistati confessa di fare spesso, se non molto spesso attenzione all’abbigliamento. E la cosmesi non è da meno, visto che il 41% di loro si profuma sempre ed il 38% delle donne continua a truccarsi.

L’autostima: un motore del desiderio
Ma bisogna fare attenzione, questa cura dell’abbigliamento non risponde ai codici della seduzione che sappiamo appartenere ad altre età, come spiega in occasione di un’intervista video Marie de Hennezel, psicologa clinica. Secondo lei, “gli anziani non si curano di se stessi necessariamente per sedurre un partner ed avere una vita sentimentale”. È importante curare l’apparenza per piacere prima di tutto a se stessi e per sentirsi vivi. Una necessità che non diminuisce con l’età, perché negli ultraottantenni queste cifre non si riducono. La civetteria non ha età!

seniors main dans la main

Vivere la sessualità in un altro modo
Un altro luogo comune sfatato dall’indagine: gli anziani continuano ad avere rapporti sessuali e con cadenza regolare nelle seguenti proporzioni: il 63% tra i 60 e i 65 anni, il 55% tra i 70 e i 74 anni, il 39% tra i 75 e i 79 anni e il 23% degli ultraottantenni. Certo, la percentuale diminuisce progressivamente non per incapacità ad avere rapporti sessuali, ma più che altro per mancanza di occasioni, come sottolinea Marie de Hennezel nella sua intervista. “La maggioranza degli anziani ha relazioni sentimentali ed ama fare l’amore, ma non lo fa necessariamente. Questo comportamento può essere spiegato in parte dal fatto che alcuni non incontrano partner. Ma una cosa è sicura: se ci è piaciuto fare l’amore, continuerà a piacerci. Però non lo si fa allo stesso modo, a 70 come a 30”.